le7piumed'oro

camminare la parola in armonia, bellezza ed equilibrio

Temazcal – Rinascere nella Terra

Lascia un commento

Si chiuse la porta. Dentro era buio, solo le pietre emanavano bagliori rossastri.             «Offriamo questo lavoro per la nostra Vita…» disse la sciamana versando sulle pietre un po’ d’acqua che evaporò sibilando, «per la nostra futura Morte, per tutte le nostre relazioni e per il benessere dell’Umanità Una.»
Versò altra acqua. Il vapore e il calore arrivavano a vampate.
Al ritmo del sonaglio invocavano, cantando, il potere delle Sette Direzioni Sacre, degli Alleati, Guide, Maestri e degli Antenati, versando un po’ d’acqua a ogni chiamata.             «La donna ha un legame profondo con la terra. Il suo corpo ne conosce i cicli e le stagioni e, come la terra, i suoi cicli sono guidati dalla Luna.
Ora siamo dentro al tuo ventre, Madre Terra, e siamo qui per rinascere come tue figlie… Le pietre ci portano il fuoco dello spirito, respirate attraverso la vostra bocca questo calore, accoglietelo nel cuore, nel ventre, in tutti gli organi e le cellule… accogliete il Fuoco che cura, guarisce, illumina, trasmuta…»
20160101_165709
Nell’oscurità calda e umida della capanna, ondate di vapore continuavano a investirle. Sentivano la terra sotto di loro inumidirsi al sudore che gocciolava lungo i loro corpi, accogliendolo come un prezioso sigillo di alleanza. Miriam si vide seduta in cerchi antichi di donne raccolte in preghiera… sentì che si riallacciavano legami e riemergevano memorie immagazzinate in qualche profondità delle sue molecole.
A un segnale di Florinda fu aperta la porta e l’aria fresca entrò come regalo, un sollievo.
Fuori la luce era crepuscolare e il fuoco ardeva e danzava.
Altre sette pietre furono portate dentro, ringraziate e onorate con le resine profumate e quando la porta si richiuse, a Sara sembrò di scorgere nelle abuelitas, dei vecchi volti rugosi.
Il suono monotono del sonaglio riprese e la voce di Florinda intonò una cantilena di cui non comprendevano le parole, ma che faceva vibrare le corde dell’anima.
«Questa porta è dedicata alla cura del corpo, dell’anima e delle memorie dei nostri antenati che custodiamo in noi.  In questo spazio possiamo chiedere la guarigione che desideriamo, per noi stesse o per qualcuno che ci sta a cuore, con la certezza di essere ascoltate dalla nostra Madre Divina e dal Grande Spirito… ognuna di noi esprimerà ad alta voce la sua preghiera. Chiedete con umiltà perché è attraverso il vostro corpo che lo elaborerete, e nell’unione del cuore la guarigione avviene attraverso tutti i partecipanti…
Lasciamo emergere dal profondo, il dolore, la ferita che oggi offriamo al fuoco per guarirla e fare pace con la nostra storia personale… Diamo un nome all’ombra che ci accompagna… riconosciamola.»
L’aria era calda, carica e pesante. Si faticava a respirare e il cuore batteva forte. Paure antiche ed emozioni intense si muovevano dentro in cerca delle parole o del suono che le avrebbe liberate.
……..
Ogni cosa detta toccava Miriam profondamente.
«L’umanità è un corpo unico e non possiamo essere indifferenti al dolore di chi ci sembra lontano» pensava, «perché quella sofferenza lascia un segno anche in noi…»
E ognuna liberò un proprio dolore….  Respiri affannosi.
«Mi manca l’aria! Non ce la faccio più…» disse Miriam.
«Anch’io! Il cuore mi scoppia!»
«Cercate di resistere ancora un po’. Sentite la Terra, abbassatevi verso di lei, respirate la sua freschezza…» la voce calma di Florinda le confortò e il respiro si fece più lento.
«Passateci attraverso… Tutte queste sofferenze sono impresse nella Terra e noi, che ne facciamo parte, le sentiamo… ogni ferita che curiamo in noi, la curiamo allo stesso tempo nell’intero pianeta.»
Un canto lento, scandito da respiri profondi, scese come un balsamo, curandole… La porta si aprì e l’aria fresca della notte portò sollievo.
Cantarono ancora per chiamare las abuelitas e la loro medicina e Florinda bruciò un pezzo di legno aromatico che diffuse un profumo intenso, dolce e benefico.
La porta si richiuse.
Le pietre, vecchine rugose sorridenti, brillavano, e nei cuori era entrata la pace.             «Continuiamo la nave di purificazione… Ora il cuore è più aperto e morbido e nelle sue profondità possiamo trovare il perdono… per noi stesse e per chi ci ha ferito… Come quest’acqua che fluisce e lava via il passato facendo pace con la nostra storia personale, possiamo trovare equilibrio nel caos…»
Acqua, sudore, vapore, lacrime… dolcezza che scende.

20160101_172445
………
Lo spazio intimo della capanna era pieno di canti, allegria e tanti ringraziamenti che continuarono per un po’. Nessuna di loro sembrava aver più voglia di uscire, finché Florinda, versando sulle pietre l’acqua rimanente, recitò la frase conclusiva:             «Padre Celeste, Pachamama, Grande Mistero che vivi nel cuore, ringraziando il potere delle Sette Direzioni Sacre e di tutti i nostri Alleati, chiudo il lavoro di oggi, offerto per la nostra vita, per la nostra futura morte, per le prossime generazioni e il benessere dell’Umanità Una… Aho
Le donne uscirono dalla capanna fumanti di vapore e la notte le accolse con una bellezza disarmante.
Il cielo stellato, gli alberi, i sassi, tutto sembra nuovo, come appena creato.
Si accoccolarono per un po’ vicino alle braci del fuoco, ignare di essere nude, cantando ancora… Avevano terra sul corpo, ma si sentivano pulite, erano in pace, in armonia, in equilibrio, in grazia, in bellezza…..

Aho

 

tratto da Verso Uno – Margherita Lacqua e Simona Cerri
buy on www.versouno.wix.com/books
Photo  Arkaura –  www.arkaura.eu

 

 

Autore: arkauramargherita

artista e lightworker, autrice delle carte “Il Cammino dell’Alchimista” e coautrice di “VERSO UNO” da diversi anni conduce cerchi di donne, meditazioni, workshop di arte sciamanica e pittura intuitiva, cerimonie, capanne sudatorie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...