le7piumed'oro

camminare la parola in armonia, bellezza ed equilibrio


Lascia un commento

Come si esce dal Labirinto?

– Madre,  come si esce dal labirinto?
– Prima devi perderti, Figlia della Terra, e dimenticare perché sei entrata… devi smarrire le scarpe e imparare a sentire con i piedi.
– ho paura, le rocce mi possono ferire, se perdo le scarpe!
– Certo, può accadere che tu venga ferita, mentre impari a sentire. Ti è già accaduto e a volte sono state le scarpe a ferirti, ma hai continuato a indossarle. Dunque, adesso che i tuoi occhi hanno perso i punti di riferimento, ascolta i tuoi piedi, essi conoscono la direzione…
– Non ricordo di esserci entrata, Madre, pensavo che qualcosa o qualcuno mi ci avesse rinchiusa…

– Hai vagato a lungo, Figlia, e il labirinto che  si è creato attorno alle scelte che hai fatto e soprattutto a quelle che hai lasciato decidere ad altri, adesso ti sembra smisurato. Ma, ricorda che  l’uscita c’è sempre e la si trova  raggiungendo il centro.
– Ho cercato tanto, talvolta ci sono arrivata vicino e quasi l’ho toccato il centro, ma il suo vuoto mi ha spaventata, ho voltato le spalle e,  percorrendo sentieri tortuosi, mi sono trovata lontano. Smarrita e sola.
– In nessun momento sei stata abbandonata, Figlia delle Stelle,  ogni tuo passo è sempre protetto e circondato da spiriti amorevoli… tuttavia nessuno di loro violerà mai la tua Sacra Libertà di Scelta.
– Oh, Madre, a volte la scelta è così difficile e indugio nel timore di sbagliare…

-Anima Eccellente, ti istruirò ora sull’Arte di operare una Scelta. Sappi che, come tutte le Arti, non si impara  sui libri ma praticandola.
Per essere libera di scegliere, sospendi il giudizio e osserva.  Quando riuscirai a vedere senza provare né attrazione né avversione per ciò che ti appare, tu sarai nel centro e potrai decidere consapevolmente in quale direzione avviare i tuoi passi. Allora ricorderai che tu sei il labirinto e sei anche Colei che Osserva… e ciò che chiami “la realtà esterna” si modellerà alle scelte che fai in quello stato di consapevolezza.

– Sembra semplice, Madre, i piedi sanno la direzione che dimora nel mio cuore, ma perché allora si può smarrire la strada?

– Semplice, non sempre significa facile, ma… non temere di perderti:  la tua strada  sono tutti i passi che fai per tornare a Te.

Arkaura 17 novembre 2020
#diarioterrestre