le7piumed'oro

camminare la parola in armonia, bellezza ed equilibrio


Lascia un commento

I doni delle 13 Madri Clan delle Origini

“La Sorellanza sostiene sempre ogni donna che vuole superare le sfide che le si presentano per crescere”  (J.Sams)

Tesse la Tela

Tesse la Tela, Madre Clan del decimo Ciclo Lunare – Arkaura art

 

Questo mese si è completato il percorso “Alle sorgenti del femminile”  condotto da Ida Chechelani, preziosa sorella d’anima, bella e potente Crona…  un cerchio di donne durato più di un anno, che ci ha accompagnato poco a poco in profondità dentro noi stesse e in comunione le une con le altre.
Con le parole non riesco a raccontare la magia che si è creata e come ogni donna del cerchio, proprio come ogni Madre Clan,  ha portato alle altre  i suoi doni di esperienza e ricerca, Amore e timori, conflitti e vittorie…
Ho ricevuto tanto e molti semi sono ancora nel mio grembo di creazione in attesa di germogliare. Sono piena di gratitudine e di bellezza condivisa… Grazie Grazie Grazie
Questa preghiera è il mio ringraziamento e la mia dedicazione alla Madre Clan con cui ho lavorato:

Madre insegnami la Presenza amorevole
in ogni pensiero, parola e azione.
Fa che la mia Volontà sia
sempre bilanciata dall’Amore
e io possa vivere la mia Verità
senza ferire altri esseri.
Conducimi del mio Spazio Sacro
dove le mie ombre e le mie luci
giocano in armonia
affinchè io possa far fiorire i miei doni
e manifestare i miei talenti
con Fiducia in me stessa
e nel Grande Mistero.
(Margherita Arkaura )

13a Madre Clan

art Arkaura – 13a Madre Clan

***Per le donne che sentono la chiamata a ritrovare il potere e i doni delle 13 Madri Clan,  affrettatevi! Ida a marzo inizia un nuovo percorso e sono rimasti  pochissimi giorni per aderire https://www.facebook.com/events/2112132565477243/ 

 

Annunci


1 Commento

Ritrovare il Potere della Donna

Dopo cena Florinda riempì con tabacco ed erbe profumate la sua piccola pipa di pietra e legno intagliato, e mentre parlavano, aspirava e soffiava volute di fumo che creavano disegni nell’aria…
«Paulus mi ha chiesto di guidarvi nei successivi passi del Cammino Sacro, ma voglio sapere se voi lo volete, se il vostro intento è chiaro…
Per ritrovare il Potere della Donna bisogna riconoscere e abbandonare il sentimentalismo e la manipolazione, essere guerriere ed essere disposte a far morire ciò che non fa parte del nostro vero essere… prendere le redini e dirigere la propria vita,  tuffarsi nel Vuoto e sapere che lo portiamo dentro di noi… saper entrare nel cerchio del Cuore Unico e intesserne la trama…
Gli ultimi tre sentieri si camminano dentro di sé. Siete sicure di volerlo fare?»

abuelitas
Miriam e Sara, nonostante la donna incutesse loro un po’ di timore, erano determinate e accettarono la sfida.
Florinda consegnò loro dei lunghi abiti bianchi da indossare.
«Per celebrare il potere della Donna saremo vestite di luna. Ci incontreremo qui, domattina alle cinque.»
……….

Il cielo era splendido, la stella del mattino brillava e un leggero alone rosato annunciava l’alba a est.
Il gattone le precedeva, come a invitarle verso la veranda dove Florinda, vestita di bianco e con i capelli sciolti, le stava aspettando. Nel buio la sua figura aveva qualcosa di soprannaturale e sembrava emanare luce.

1926768-wise_medicine_woman_susan_boulet-australia1
…….
la seguirono verso uno spazio aperto di terra battuta, da dove si godeva la vista dell’alba, che la sciamana fumigò con un mazzetto di salvia secca. Chinò poi le mani verso la terra toccando prima il proprio cuore, poi il suolo, poi ancora il cuore, offrendo infine le mani al cielo.
Con una grossa conchiglia soffiò verso le Quattro Direzioni emettendo un richiamo potente, e mostrò loro una serie di passi energetici da eseguire verso tutte le quattro direzioni orizzontali, poi in basso, in alto e nel centro, mantenendo l’intento di offrirsi e ricevere i loro poteri.
Terminata la sequenza disse:
«La gente normalmente pensa che lo spazio sacro sia un luogo adibito a culto, come le chiese o i templi, oppure luoghi spettacolari della natura. Solo gli sciamani sanno che lo spazio sacro si può creare in qualunque luogo e in qualsiasi momento, centrandosi e allineandosi ai poteri dell’Universo… ed è qui nel vostro cuore che incontrate il Sacro… nel cerchio… nel silenzio… nel respiro… nel canto… Questa è una preghiera in movimento, esattamente come lo è il Saluto al Sole nello yoga.
Oggi percorrerete il Cammino Azzurro, il sentiero dello Spirito che conduce ad allinearsi con la propria essenza di luce.

(Brani tratti da VERSO UNO di Margherita Lacqua e Simona Cerri)
art: * Cantando Abuelitas – Arkaura art
* Wise medicine woman  – Susan  Seddon Boulet